Casa. Cantiere e progetto

Giovedì 12 maggio 2022

Il mondo cambia perché mutano le condizioni che trovano le nuove generazioni nell’entrata nell’età adulta, ma anche perché cambiano le scelte che esse operano in risposta a tali condizioni e in coerenza con i propri obiettivi di vita. Se si confrontano i giovani italiani con i coetanei europei non si riscontrano differenze rilevanti in termini di ambizioni e progetti desiderati, ma maggiori difficoltà incontrano nella loro piena realizzazione. Arrivare a 30 anni vivendo ancora con i genitori è una condizione comune, data per scontata e accettata, ma non è per nulla auspicata dai più. Risulta quindi un compromesso su cui pesano le difficoltà oggettive ma favorito anche da fattori culturali. La pandemia di Covid-19 ha avuto un forte impatto sulla realtà giovanile, ma emerge anche la voglia di reagire positivamente, di guardare oltre i limiti della normalità passata, di sperimentare nuove opportunità, assieme ad una maggiore propensione a contare su sé stessi e sugli altri.

Relatore: Alessandro Rosina

Alessandro Rosina è professore ordinario di Demografia e Statistica sociale presso l’Università Cattolica di Milano, dove dirige il “Center for Applied Statistics in Business and Economics”.  E’ coordinatore scientifico del “Rapporto giovani” e del “Laboratorio futuro” dell’Istituto Toniolo.

Svolge il ruolo di esperto in Commissioni ministeriali, Tavoli di lavoro Istat e Programmi della Commissione europea. E’ presidente delle associazioni “InnovarexIncludere” e “Mappa Celeste – Forum per il Futuro”. E’ membro del comitato tecnico-scientifico dell’Osservatorio nazionale sulla Famiglia, del comitato di direzione di Osservatorio Senior e di Futura Network. Fa inoltre parte della redazione di ItalianiEuropei ed è co-coordinatore dell’Alleanza per l’Infanzia.

Scrive per vari quotidiani (in particolare Il Sole 24 Ore, la Repubblica, l’Avvenire). Il suo ultimo libro è “Il futuro non invecchia” (Vita e Pensiero, 2018).

Guarda o ascolta le registrazioni:


Potrebbe interessarti anche...

Inquietudine, incompletezza, immaginazione. Abitare il traballante
Inquietudine, incompletezza, immaginazione. Abitare il traballante

Giovedì 7 ottobre 2021 “Contemplare la bellezza che non abbiamo raggiunto”: questo è l’invito con cui Papa Francesco concludeva l’Esortazione Post-Sinodale Amoris Laetitia. Lo spazio che si apre tra la possibilità di contemplare “l’amore nella famiglia” e il riconoscerlo come qualcosa di non raggiunto può essere riempito da alcuni atteggiamenti che tentiamo di sintetizzare in […]