Training di formazione per Conduttori di Gruppo

Perché

Un gruppo nasce dalla condivisione di una proposta da parte di persone che vi si riconoscono. Questo è fondamentale, ma non basta ad assicurare che un gruppo sviluppi con successo la sua attività, realizzando i suoi obiettivi. E’ necessario che nel gruppo si comunichi con efficacia, si custodiscano gli obiettivi e i compiti che li realizzano, si “tenga il filo” di quanto man mano accade, si custodisca ciò che si è creato e, insieme, le domande che si sono aperte. Ecco perché è necessaria la presenza di un conduttore/facilitatore che aiuti il gruppo in tutto questo, senza sovrapporsi alla sua libertà di disegnare il proprio percorso. E questo richiede il possesso di strumenti professionali… e un certo allenamento.

Per chi

I training si rivolgono  a persone o coppie che conducono o intendono condurre gruppi in contesti di volontariato, ricorrendo ad approcci e strumenti di tipo professionale.

Gli obiettivi: che cosa si impara

Nel training si apprendono le competenze-chiave del conduttore-facilitatore:

  • Favorire la creazione e la coesione di un gruppo
    • come presentare la proposta di gruppo
    • come facilitare l’emergere delle aspettative
    • come facilitare il confronto tra le aspettative e la proposta
    • come favorire la creazione e la periodica revisione del “contratto di gruppo”
  • Facilitare la comunicazione
    • come stimolare la libera espressione del pensiero, aiutando a superare timori e timidezze
    • come garantire a tutti gli spazi necessari a esprimersi
    • come aiutare a verificare la comprensione corretta dei messaggi di ognuno
    • come valorizzare e rilanciare ogni apporto individuale
  • Gestire positivamente i conflitti
    • come sottolineare l’utilità dei conflitti in un gruppo
    • come facilitare la comprensione delle posizioni in gioco
    • come facilitare la comprensione degli interessi in gioco
    • come aiutare a ricercare soluzioni win-win
  • Stimolare il gruppo nel controllo e nella direzione del proprio processo di lavoro
    • come richiamare periodicamente al “contratto di gruppo”
    • come facilitarne la verifica periodica
    • come facilitare la valutazione periodica sull’utilità del gruppo
    • come facilitare l’individuazione di aree i miglioramento dell’attività del gruppo
    • come facilitare la presa di decisioni sul percorso da intraprendere

Come si lavora

La metodologia di lavoro è fortemente attiva. Il percorso di apprendimento di tipo esperienziale è fondato sulla sequenza “fare – denominare – riflettere – sistematizzare”. Il lavoro è guidato da due trainer, con la doppia funzione di facilitazione. Essa non è dissimile da quella del conduttore/facilitatore; i comportamenti dei trainer, da questo punto di vista, costituiscono anche materiale di lavoro e di riflessione da parte del gruppo di docenza: fornire le informazioni necessarie all’esercizio consapevole del ruolo. Quando i trainer rivestono la funzione di docenza ne avvertono il gruppo.

Quando

I training non hanno una periodicità predefinita. Ogni nuovo training viene annunciato nel sito del Centro e tramite la Newsletter, alla quale siete invitati a iscrivervi per avere e informazioni necessarie.


Potrebbe interessarti anche:

Gruppi di coppie
Gruppi di coppie

Per incontrare altri con cui confrontarsi sulle rispetive esperienze di coppia e riflettere insieme.

Conferenze
Conferenze

Ogni mese, per esaminare un tema chiave della coppia sotto la lente di relatori qualificati.